Il diabete è una condizione medica cronica che può avere un impatto significativo sulla fertilità maschile. Diversi studi hanno dimostrato che gli uomini con diabete hanno un rischio più elevato di infertilità rispetto alla popolazione generale. 

Ecco alcuni dei potenziali meccanismi alla base di questa relazione e le possibili opzioni terapeutiche:

Meccanismi dell’infertilità maschile indotta dal diabete

Il diabete può influenzare la fertilità maschile attraverso diversi meccanismi.
Vediamo insieme i principali:

  • Disfunzione testicolare: Il diabete può causare danni ai testicoli, compromettendo la produzione di spermatozoi e la qualità del liquido seminale.
  • Disfunzione erettile: le complicanze del diabete (ad esempio, malattie cardiovascolari, nefropatia, neuropatia) e le sue comorbidità (ad esempio, ipogonadismo, sindrome metabolica e depressione)  possono portare a problemi di erezione, che possono ostacolare l’atto sessuale e la capacità di concepire.
  • Alterazioni ormonali: il diabete può influenzare i livelli di ormoni come il testosterone, che sono essenziali per la fertilità maschile.
  • Stress ossidativo: l’iperglicemia cronica associata al diabete può aumentare lo stress ossidativo, danneggiando gli spermatozoi e riducendone la qualità.

Opzioni terapeutiche

Esistono diverse opzioni terapeutiche che possono aiutare a migliorare la fertilità maschile nei pazienti con diabete. Tra queste:

  • Controllo glicemico ottimale: il mantenimento di un buon controllo glicemico attraverso farmaci, dieta e attività fisica può aiutare a prevenire o ridurre i danni causati dal diabete ai testicoli e agli spermatozoi.
  • Trattamenti farmacologici: alcuni farmaci, come gli inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5 (PDE5), possono migliorare la funzione erettile e la qualità del liquido seminale.
  • Terapia ormonale: in alcuni casi, la somministrazione di ormoni come il testosterone o gli agonisti del GnRH può aiutare a ripristinare l’equilibrio ormonale e migliorare la fertilità.
  • Tecniche di riproduzione assistita: quando le altre opzioni non sono sufficienti, le tecniche di riproduzione assistita, come la fecondazione in vitro (IVF) o l’iniezione intracitoplasmatica di spermatozoi (ICSI), possono essere prese in considerazione per aiutare le coppie a concepire.

In conclusione, l’infertilità maschile indotta dal diabete è un problema complesso che richiede un approccio multidisciplinare. Una gestione attenta del diabete, insieme a trattamenti mirati, può aiutare a migliorare le prospettive di fertilità per gli uomini affetti da questa condizione.Fonte: https://link.springer.com/article/10.1186/s10020-023-00771-x

Leave a Reply