Costa 192 dollari Mosie Baby IVI (https://mosiebaby.com/products/the-mosie-baby-kit), il primo kit di inseminazione intravaginale che ha ottenuto l’autorizzazione della Food and Drug Administration (FDA)  statunitense. Questo kit è progettato per l’inseminazione a casa da parte di coloro che desiderano evitare altri metodi. Il dispositivo contiene siringhe uniche e vasi per la raccolta del campione di sperma, adatto sia per campioni freschi che crioconservati, consentendo l’uso da parte di coppie dello stesso sesso con sperma donato. 

In Italia nel periodo 2005-2022 – secondo il Registro Nazionale della Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) dell’ Istituto superiore di Sanità – l’attività di procreazione medicalmente assistita (Pma) è aumentata di quasi 2 volte, dai 63.585 trattamenti del 2005 ai 109.755 del 2022, e la percentuale di bambini nati vivi sulla popolazione generale che nel 2005 era dell’1,22% nel 2022 è arrivata al 4,25%. 

“Se il rapporto sessuale è diventato stressante – recita la pagina pubblicitaria di questo prodotto –  non funziona o non è nemmeno un’opzione, prova Mosie, il primo e unico kit di inseminazione intravaginale a domicilio approvato dalla FDA con un’apertura a fessura. Progettata da donne con l’intuizione di uno specialista della fertilità, Mosie è la prima siringa brevettata da banco progettata specificamente per l’inseminazione domiciliare. Ogni kit Mosie Baby include DUE siringhe brevettate per inseminazione Mosie e DUE coppette per la raccolta dello sperma che arrivano pronte all’uso con istruzioni. ”

Il kit Mosie Baby IVI è un’alternativa all’inseminazione intrauterina (IUI), poiché può essere utilizzato comodamente a casa riducendo i costi associati all’IUI eseguita in clinica. Tuttavia, è importante notare che il kit IVI non è un trattamento per l’infertilità. I kit sono particolarmente utili per le coppie in cui il rapporto vaginale è scomodo o non possibile.

Per ottenere l’autorizzazione FDA, il dispositivo Mosie Baby ha superato test clinici rigorosi, inclusi test di sopravvivenza dello sperma umano, biocompatibilità e irritazione vaginale. Questo processo è essenziale per garantire la sicurezza ed efficacia del dispositivo

Fonte: https://www.medpagetoday.com/obgyn/generalobgyn/107730?xid=nl_mpt_morningbreak2023-12-08&eun=g1063636d0r&utm_source=Sailthru&utm_medium=email&utm_campaign=MorningBreak_120823&utm_term=NL_Gen_Int_Daily_News_Update_active

Leave a Reply