Prenota la tua visita


La tua Città
ArezzoCataniaRoma

Fimosi

Quando il prepuzio appare più stretto del normale si parla di ‘fimosi’, che può essere congenita (presente dalla nascita)  o acquisita a causa ad esempio di ripetute infiammazioni del glande, come complicanza di diabete e per la presenza di patologie dermatologiche come il Lichen.

La fimosi rende complicata la normale igiene intima con impossibilità a rimuovere secrezioni, cellule del prepuzio e del glande cosicché si manifestano infezioni ricorrenti, balaniti e balanopostiti. Infezioni che possono essere  trasmesse anche alla partner (frequenza di induzione di vaginiti ecc.) ed avere un effetto “ping-pong” di reciproca ritrasmissione della patologia

Inoltre le infiammazioni continue rendono la pelle del prepuzio meno elastica causando fimosi (restringimento) cicatriziale, sino a difficoltà o addirittura impossibilità a scoprire il glande.

Un’altra possibile e frequente complicanza delle infezioni balano-prepuziali è costituita dalla presenza di precocità dell’eiaculazione: la soluzione definitiva è affidata alla chirurgia, attraverso la circoncisione.

 Circoncisione

 La circoncisione (dal latino circum = attorno + caedere = tagliare – tagliare all’intorno) è l’intervento chirurgico elettivo: consiste nella asportazione totale o parziale (definita “postectomia”) della pelle del prepuzio lasciando il glande scoperto.

Si esegue solitamente in anestesia locale e necessita di meno di un’ora.  Le attività lavorative potranno essere riprese da subito, mentre per l’attività sessuale occorrerà attendere circa 30 giorni.

 

Frenulo breve

Il frenulo (anche detto ‘filetto’) è una sottile piega cutanea che fissa il prepuzio alla superficie inferiore del glande allo scopo di impedirne l’eccessiva retrazione quando il pene raggiunge l’ erezione.

Se non è abbastanza lungo viene definito “frenulo corto” o “frenulo breve”, una comune anomalia congenita che si disvela durante la pubertà. Altre volte il frenulo è molto spesso o non sufficientemente elastico, tanto da rompersi e sanguinare durante la masturbazione o duranti i primi rapporti sessuali. Un frenulo sottoposto a continui traumi ed a successive cicatrizzazioni può ispessirsi in maniera patologica e perdere la sua normale elasticità.

La terapia del frenulo breve si basa su un semplice intervento chirurgico denominato frenulotomia o frenuloplastica .Si tratta di un intervento semplice e breve, 

svolto in regime ambulatoriale e  in anestesia locale permettendo il ritorno alle normali attività il giorno successivo con la ripresa dei rapporti sessuali dopo pochi giorni.

 

Idrocele

L’ idrocele è un versamento di liquido sieroso nel testicolo, o più precisamente nello spazio esistente tra i due foglietti della tonaca di rivestimento del testicolo.

Si tratta di una patologia relativamente frequente e può essere:  idiopatico (senza una causa apparente) congenito, ossia presente sin dalla nascita, oppure espressione di un’altra malattia primaria a carico del testicolo (tubercolosi, sifilide, tumore).

Inoltre può presentarsi come una complicanza di un intervento chirurgico di varicocele. Il siero può arrivare a volumi notevoli, anche di 500 ml, giungendo talvolta a ostacolare la minzione e il coito. Il sintomo più evidente è il rigonfiamento di uno o di entrambi i testicoli; il rigonfiamento non è causa di dolori ma il volume dei testicoli può raggiungere i 10-15 centimetri di diametro.

Il processo non guarisce spontaneamente, anzi tende ad aumentare e il drenaggio risolve solo momentaneamente.

Per l’idrocele secondario il trattamento consiste nella cura della malattia di base; per l’idrocele idiopatico e per quello congenito, nell’intervento chirurgico.

L’operazione deve essere eseguita anche quando l’idrocele primario congenito non si riassorbe entro il 3°-4° anno di vita del bambino.

L’intervento chirurgico può essere svolto in anestesia locale, totale o spinale e ha una durata di circa 20 minuti. Dopo l’operazione potrebbe essere necessario indossare un sospensorio per qualche tempo e fare impacchi con ghiaccio nelle 24 ore successive all’intervento.

 

Testicolo mobile

“Sed ut perspiciatis unde omnis iste natus error sit voluptatem accusantium doloremque laudantium, totam rem aperiam, eaque ipsa quae ab illo inventore veritatis et quasi architecto beatae vitae dicta sunt explicabo. Nemo enim ipsam voluptatem quia voluptas sit aspernatur aut odit aut fugit, sed quia consequuntur magni dolores eos qui ratione voluptatem sequi nesciunt. Neque porro quisquam est, qui dolorem ipsum quia dolor sit amet, consectetur, adipisci velit, sed quia non numquam eius modi tempora incidunt ut labore et dolore magnam aliquam quaerat voluptatem. Ut enim ad minima veniam, quis nostrum exercitationem ullam corporis suscipit laboriosam, nisi ut aliquid ex ea commodi consequatur? Quis autem vel eum iure reprehenderit qui in ea voluptate velit esse quam nihil molestiae consequatur, vel illum qui dolorem eum fugiat quo voluptas nulla pariatur?”

 

Varicocele

“Sed ut perspiciatis unde omnis iste natus error sit voluptatem accusantium doloremque laudantium, totam rem aperiam, eaque ipsa quae ab illo inventore veritatis et quasi architecto beatae vitae dicta sunt explicabo. Nemo enim ipsam voluptatem quia voluptas sit aspernatur aut odit aut fugit, sed quia consequuntur magni dolores eos qui ratione voluptatem sequi nesciunt. Neque porro quisquam est, qui dolorem ipsum quia dolor sit amet, consectetur, adipisci velit, sed quia non numquam eius modi tempora incidunt ut labore et dolore magnam aliquam quaerat voluptatem. Ut enim ad minima veniam, quis nostrum exercitationem ullam corporis suscipit laboriosam, nisi ut aliquid ex ea commodi consequatur? Quis autem vel eum iure reprehenderit qui in ea voluptate velit esse quam nihil molestiae consequatur, vel illum qui dolorem eum fugiat quo voluptas nulla pariatur?”